Prodotti tipici di Scopello

In ogni vacanza che si rispetti è fondamentale, per conoscere meglio il luogo che si è scelto, fare esperienza della tradizione culinaria: in Sicilia, poi, è noto a tutti quanto un’esperienza del genere possa lasciare estasiati e più che soddisfatti.
Così, anche a Scopello potrete assaggiare i migliori prodotti della cucina Siciliana e, in particolare, Trapanese – una cucina a base principalmente di ottimo pesce fresco accompagnato da condimenti speziati, come da tradizione araba, cous-cous, mandorle, ricotta, frutta e, naturalmente, una unica commistione di usanze arabe, spagnole, mediterranee.

Per colazione è possibile assaggiare i classici cannoli siciliani oppure le genovesi alla crema, pastafrolle ripiene di crema pasticcera tipiche del trapanese ed in particolare ottime ad Erice, con un buon caffè; ma se il caldo estivo vi fa venire voglia di qualcosa di più fresco non può mancare la tipica colazione siciliana, costituita da brioche e granita. Le granite sono una produzione molto diffusa in tutta la regione, e vengono realizzate ancora con i metodi tradizionali ed i gusti più disparati, dal caffè alla frutta: famosissima quanto deliziosa è, in particolare, la granita al gelso. In questo modo la mattina comincia con una buona dose di energia ma anche con quella freschezza che in estate è un vero e proprio sollievo.

I primi piatti che assaggerete a Scopello possono andare dalla più semplice pasta condita con pesto alla trapanese, un ottimo condimento che si prepara in 5 minuti ma dà un sapore inconfondibile grazie al mix dei suoi ingredienti – pomodoro, olio, basilico, aglio e mandorle tritate – alla tradizionalissima pasta con le sarde. Ma poiché vi trovate a Scopello, dove si trova la tonnara, ed in provincia di Trapani, forse il primo piatto ideale che non potete non assaggiare sono le busiate al tonno: le busiate sono un tipo di pasta tipico del trapanese, e il tonno fresco del mare di Sicilia è davvero una delizia. Per quanto riguarda i secondi, le sarde a beccafico sono il più famoso secondo di pesce di questa regione, così come tante ricette a base di baccalà; non mancate di farvi consigliare, nei ristoranti, un piatto che preveda il pescato del giorno – in questo modo sarete sicuri di assaggiare un piatto davvero tipico con pesce davvero buono, pescato proprio qualche ora prima.

Diffuso anche qui come in tutto il trapanese è il cous-cous, uno dei segni (insieme alle mandorle e a tante spezie) dell’influenza lasciata dalla dominazione araba e bizantina in Sicilia, che risale più o meno alla seconda metà del primo secolo D.C.. A differenza della stragrande maggioranza delle altre zone d’Italia, in cui il cous-cous viene servito nei locali etnici, qui quasi tutti i ristoranti lo servono abitualmente a pranzo e cena, accompagnandolo con pesce, verdure, carne e servendolo caldo o freddo. Lo troverete inoltre frequentemente in locali e bar, durante l’aperitivo.

Infine i dolci: abbiamo già citato le genovesi e la granita, magari accompagnata da brioche. Per continuare con le eredità arabe, vi invitiamo ad assaggiare la pasta di mandorle, con la quale si realizzano diversi tipi di biscotti. Vi capiterà di assaggiare principalmente dolci che hanno come ingredienti principali ricotta, canditi e mandorle: le cassatelle, ad esempio, sono ripiene di ricotta e cioccolato. Come non citare poi la crostata di ricotta, la torta campagnola (con pan di spagna e ricotta, e sulla superficie scaglie di cioccolato), e la frutta di Martorana, famosissima, sempre a base di mandorle. Accompagnate i dolci con un buon passito di Pantelleria, oppure con l’ottimo Marsala; per i pasti, invece, un vino tipico del trapanese è il Bianco d’Alcamo, che si ricava dalle uve Insolia. Moderata gradazione alcolica e riconoscimento DOC per un vino di cui potrete acquistare qualche bottiglia nei negozi di gastronomia e prodotti tipici, per portarvi a casa il ricordo di una splendida vacanza.